Questo Blob non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. Le immagini inserite in questo Forum sono tratte in massima parte da Internet, così come alcuni articoli. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarcelo e saranno subito rimossi.

REGOLE PER OTTENERE LA RECENSIONE DEL TUO LIBRO SU QUESTO BLOG

giovedì 2 febbraio 2012

Agricoltura e fasi lunari

Da secoli la tradizione contadina associa momenti particolari dell'attività agricola a determinate fasi lunari, saranno solo leggende popolari o in tutto questo potrebbe esserci qualche verità scientificamente dimostrabile?
Facendo un riassunto molto veloce esporrò di seguito alcune delle credenze, divenute regole, più diffuse.

Con la Luna crescente  sarebbero favorite le seguenti attività:
  • seminare i cereali;
  • seminare ortaggi da frutto e da foglia.
  • potare gli alberi deboli (meglio se con la Luna Nuova);
  • raccogliere erbe officinali;
  • raccogliere ortaggi da frutto;
  • raccogliere ortaggi da radice;
  • effettuare innesti a spacco.
La Luna Calante sarebbe invece ideale per:
  • seminare e trapiantare ortaggi da radice,
  • effettuare innesti a gemma;
  • raccogliere frutta e verdura a bulbo (cipolla, aglio, scalogno...);
  • vendemmiare;
  • mietere, ecc.

Inoltre sembrerebbe che Quando la Luna è nel periodo ascendente la linfa sarebbe facilitata nella sua risalita verso le sommità della pianta, per questo sarebbe un periodo ottimale per raccolti ed innesti,
Quando la Luna si trova periodo discendente favorirebbe lo sviluppo radicale, sarebbero quindi favoriti i lavori di potatura e di concimazione.

Queste sono gli insegnamenti derivanti da anni, anzi secoli, di esperienza ed osservazione, ma la scienza cosa dice in merito a tali teorie?

Francamente non ho trovato nessuno studio che provi un nesso tra fasi lunari ed agricoltura, ma in generale tra fari lunari e vita delle piante.
Quello che è certo è che la luna influenza le maree, non solo l'acqua degli oceani viene attirata dalla forza gravitazionale, ma anche l'atmosfera, si crea un fenomeno chiamato "marea atmosferica".
La luce della luna piena influenza le piante, almeno alcuni tipi, modificandone la direzione di crescita, anche se questo fenomeno non sembra essere importante a tal punto da modificar anche la produttività e la salute della stessa.
Per la scienza dunque continua a trattarsi solo di superstizione popolare.

Ma se fosse tutto dovuto ad un insieme di fattori?

La Luna potrebbe contemporaneamente, 
  • Attirare in piccolissima percentuale l'umidità del suolo, se pur di poco, le radici potrebbero essere facilitate nell'assunzione di sostanze nutritive;
  • far diminuire la pressione atmosferica di quel poco che basta a migliorare la crescita di una piccola piantina, infatti diminuirebbe il peso della colonna d'aria gravante sulla piante, se pur di pochissimo.
  • Agire, in modo non noto nè accertato, sulla fotosintesi, questo grazie alla luce.
Queste sopracitate sono ovviamente tutte supposizioni mai accertate, solo un pensiero personale del sottoscritto, ma forse potrebbero nascondere un fondo di verità ancora da scoprire, un affascinante sfida per qualche team scientifico curioso di capire una volta per tutte e senza ombra di dubbio se vi è o meno un nesso tra l'agricoltura e le fasi lunari.
 
 Articolo di Contino Mario
Articolo protetto da Copyright, vietata ogni forma di riproduzione non autorizzata
PER APPROFONDIRE CLICCA QUI

Nessun commento:

Posta un commento

Lasia un commento