Questo Blob non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. Le immagini inserite in questo Forum sono tratte in massima parte da Internet, così come alcuni articoli. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarcelo e saranno subito rimossi.

REGOLE PER OTTENERE LA RECENSIONE DEL TUO LIBRO SU QUESTO BLOG

lunedì 13 febbraio 2012

Poltergeist

Questo termine deriva dal tedesco e tradotto significa "spirito rumoroso".
Nel campo del paranormale viene utilizzato per descrivere una serie difenomeni particolari:
  • Lo spostamento di ogetti;
  • Il rompersi di piatti o altri ogetti;
  • Voci e suoni che non dovrebbero esserci;Lo sbatere di porte ecc..
Ovviamente prima di classificare tali fenomeni sotto il termine: poltergeist, si deve effettuare su di essi un'accurata ricerca ed escludere che siano causati dall'azione umana o naturale.

Inizialmente si credeva che dietro tali fenomeni ci fossero gli spiriti dei defunti che tentavano, o di comunicare attraverso quelle manifestazioni per cercare di aiutare i vivi (o farsi aiutare), o di spaventare i vivi per scacciarli da un luogo che loro ritenevano di esclusiva proprietà.
Probabilmente è per questo che si è scelto di utilizzare un termine (poltergeist) che nella tradizione e nel significato letterario richiama alla figura dello spirito.

Ormai è però quasi una certezza che a causare questi fenomeni non siano spiriti dei defunti.

Le apparizioni degli spiriti (o fantasmi) sono completamente differenti: 
  • Fugaci apparizioni notturne,spesso riprese casualmente in una foto, 
  • Figure umanoidi dall'aspetto vaporoso che si confondono per qualche istante con la nebbia mattutina ecc..
Il poltergeist è invece un fenomeno differente: 
  • I mobili si muovono,
  • I quadri cascano dai muri, 
  • Gli ogetti si spostano e vengono scaraventati violentemente da un punto all'altro della stanza ecc..
Oggi questi fenomeni vengono classificati sotto il Termine di (Psicocinesi Spontanea Ricorrente): RSPK

Psicocinesi: Psico (pensiero) + Cinesi (movimento) = spostare con il pensiero
Spontanea: Quando chi la provoca non ne ha la consapevolezza, questo è un fatto molto pericoloso che spesso porta gli autori a restare vittime inconsapevoli delle loro stesse capacità.
Ricorrente: Ricompare in determinati periodi a seconda dello stato d'animo del sogetto interessato dal fenomeno.
Spero che i miei esempi siano abbastanza chiari per spiegare il termine.

Per chiarire meglio il fenomeno farò un esempio chiarificatore:

Nell'anno 1967, in Germania il ricercatore tedesco Dottor Hans Bender svolse un indagine su una serie di fenomeni bizzarri che accadevano in una piccola cittadina.
Nella sede di uno studio legale del tempo, tra le tante impiegate vi era una giovane ragazza di nome Annemarie.
All'epoca dei fatti la ragazza non stava passando un gran momento della sua vita, motivi personali la rendevano molto nervosa e agitata.
Le manifestazioni iniziarono con cose semplici ,ad esempio le lampadine non si accendevano e risultavano svitate, poi i fenomeni presero tutt'altra direzione.
L' elettricità andava e veniva senza un motivo apparente, pesantissimi mobili (che normalmente dovevano essere spostati da più uomini) venivano improvvisamente trovati in punti opposti alla loro collocazione, le fotocopiatrici impazzicano ecc.
La situazione andava peggiorando di giorno in giorno facendo impazzire tecnici e specialisti che non riuscivano a capire la natura dei fenomeni.

Bender giunse presto alla conclusione che la causa dei fenomeni per qualche oscuro motivo fosse Annamarie, molti infatti sostennero che al passaggio della ragazza non era raro vedere lampadine esplodere o telefoni ed orologi impazzire.
Poco dopo le condizioni di salute della ragazza peggiorarono e per curarsi dovette lasciare il lavoro... i fenomeni sparirono improvvisamente dal primo giorno di assenza della ragazza dagli uffici.
Nessuno seppe mai dare una spiegazione logico-razionale all'evento.
Il internet potrete trovare la storia sopracitata, descritta in modo molto più approdondito, io mi sono limitato a raccontare i punti salienti.
Aggiungo solo un mio parere personale: il potenziale umano è tanto immenso che forse il non saperlo sfruttare può essere un bene... almeno fino a quando non cambieremo radicalmente il nostro cinico modo di pensare.

Articolo di Mario Contino
Articolo protetto da Copyright, vietata ogni forma di riproduzione non autorizzata
PER APPROFONDIRE CLICCA QUI

Nessun commento:

Posta un commento

Lasia un commento