Questo Blob non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. Le immagini inserite in questo Forum sono tratte in massima parte da Internet, così come alcuni articoli. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarcelo e saranno subito rimossi.

REGOLE PER OTTENERE LA RECENSIONE DEL TUO LIBRO SU QUESTO BLOG

giovedì 15 marzo 2012

Perchè usare il full spectrum nel ghost hunting?

33or3v4

Ho creato questa immagine per spiegare meglio ciò che ho detto in molte altre occasioni, nel primo rettangolo ho evidenziato un esempio dell'intero spettro luminoso esistente, in basso invece è riprodotto lo spettro luminoso visibile ad occhio nudo, come vedete ben poca cosa, cosa significa?
Significa che tutto ciò che reagisce alla luce UV (Ultravioletta) ed IR (Infra Rossa) non viene da noi visto, per noi è invisibile.

Partendo da questa teoria si è pensato che i fantasmi ed altri esseri spiritici potrebbero essere invisibili proprio perchè reagenti solo a questi spettri luminosi, quindi nel ghost hunting si usano fotocamere full specrum, capace di riprendere anche la luce UV ed IR e illuminatori che aumentino queste luci nell'ambiente da analizzare.

Articolo di Contino Mario

Articolo protetto da Copyright, vietata ogni forma di riproduzione non autorizzata.

Per approfondire clicca qui.

lunedì 12 marzo 2012

La fine dei tempi nel Vangelo di Luca. Discussa in chiave moderna.


Tutti noi temiamo l'apocalisse intesa come catastrofi di immane portata causa principale di morte e distruzione, catastrofi preannuncianti la tanto attesa e fuggita "fine dei tempi".
Ma l’uomo potrebbe realmente prevedere queste catastrofi?
Potrebbe realmente trovare il modo di sfuggire al giorno del giudizio?
E per caso, non è che i segni preannunciatori del fatuo evento siano già manifesti?
Mi sono posto queste ed altre domande dopo aver assistito ad un piccolo battibecco televisivo tra un credente ed uno scettico, ora vi espongo il mio ragionamento.

Partiamo dall’ultima domanda, non è solo l’Apocalisse di Giovanni a trattare il tema della fine dei temi, anche nei vangeli ci sono chiari riferimenti ad essa, ho così aperto il vangelo trovato in biblioteca e mi sono messo a cercare capitoli e versetti trattanti tale argomento.
Le parole che più mi hanno colpito le ho lette in Luca 21, 8-19:

[8]Rispose: «Guardate di non lasciarvi ingannare. Molti verranno sotto il mio nome dicendo: "Sono io" e: "Il tempo è prossimo"; non seguiteli. [9]Quando sentirete parlare di guerre e di rivoluzioni, non vi terrorizzate. Devono infatti accadere prima queste cose, ma non sarà subito la fine».
[10]Poi disse loro: «Si solleverà popolo contro popolo e regno contro regno, [11]e vi saranno di luogo in luogo terremoti, carestie e pestilenze; vi saranno anche fatti terrificanti e segni grandi dal cielo. [12]Ma prima di tutto questo metteranno le mani su di voi e vi perseguiteranno, consegnandovi alle sinagoghe e alle prigioni, trascinandovi davanti a re e a governatori, a causa del mio nome. [13]Questo vi darà occasione di render testimonianza. [14]Mettetevi bene in mente di non preparare prima la vostra difesa; [15]io vi darò lingua e sapienza, a cui tutti i vostri avversari non potranno resistere, né controbattere. [16]Sarete traditi perfino dai genitori, dai fratelli, dai parenti e dagli amici, e metteranno a morte alcuni di voi; [17]sarete odiati da tutti per causa del mio nome. [18]Ma nemmeno un capello del vostro capo perirà. [19]Con la vostra perseveranza salverete le vostre anime.

Analizziamo con calma questa parte del Vangelo:

«Guardate di non lasciarvi ingannare. Molti verranno sotto il mio nome dicendo: "Sono io" e: "Il tempo è prossimo"; non seguiteli. [9]Quando sentirete parlare di guerre e di rivoluzioni, non vi terrorizzate. Devono infatti accadere prima queste cose, ma non sarà subito la fine».

Questa parte mette in guardia da ogni profezia creata sulla faccia della terra e da ogni presunto profeta successivo a Gesù, egli infatti implicitamente lascia intendere che non vi saranno altri profeti prima della sua seconda venuta e che ogni profezia precedente questo evento è da ritenersi falsa.
Stando a quanto affermato ora molti si chiederanno se i segreti di Fatima e la profezia dei Papi siano frutto di inganno, la risposta è assolutamente no, queste profezie non vengono dalla bocca di profeti ma dalle Sante parole della Madonna e di San Malachia.
La Madonna lascia prove evidenti della sua presenza ai credenti e alla chiesa, e i suoi segreti non sono vere profezie in quanto  possono essere rivelati solo al Papa e non divulgati al resto del mondo.
La profezia dei Papi è invece molto controversa, questa profezia sembra riferirsi a tutti i papi destinati a succedersi dal momento della profezia stessa giorno del giudizio.
Anche questa è però rivelata da un Santo e non da Dio o Gesù, Per profeta era invece inteso chi parlava per mezzo di Dio, sia egli Dio Padre o Gesù stesso.
In questi versetti vi è anche un riferimento importante alle guerre che si dovrebbero scatenare prima dell’Apocalisse, quasi sicuramente sono da intendere prese in esame guerre di portata planetaria come i conflitti mondiali, anche se a distanza di centinaia di anni questi conflitti sono relativamente molto vicini tra loro.

Analizziamo ora ad un altro passaggio del capitolo di Luca.

Poi disse loro: «Si solleverà popolo contro popolo e regno contro regno, [11]e vi saranno di luogo in luogo terremoti, carestie e pestilenze; vi saranno anche fatti terrificanti e segni grandi dal cielo. [12]Ma prima di tutto questo metteranno le mani su di voi e vi perseguiteranno, consegnandovi alle sinagoghe e alle prigioni, trascinandovi davanti a re e a governatori, a causa del mio nome. [13]Questo vi darà occasione di render testimonianza.

La prima parte di questo paragrafo sembra riferirsi ad un conflitto mondiale, infatti vi è un chiaro riferimento ad una guerra tra molti popoli differenti, poi aggiunge che quasi in concomitanza con questa guerra, se non proprio nello stesso momento, vi saranno eventi catastrofici come terremoti, carestie e malattie diffuse su larga scala.
Questo ultima parte è quella che più mi ha fatto riflettere, sembra veramente tanto contemporanea e veritiera, la carestia intesa come crollo dell’economia mondiale è veramente paragonabile a quanto riportato sui Vangeli e per quanto riguarda i terremoti negli ultimi anni ve ne sono stati di catastrofici un po’ in ogni parte del pianeta.
I fatti terrificanti sono all’ordine del giorno: Genitori che uccidono figli e viceversa, stragi di innocenti, ed ogni sorta di mostruosità che solo la mente umana sarebbe capace di architettare, una mente umana ormai malata e corrotta.
I fatti grandi dal cielo sono da studiare attentamente, per molti questo punto si riferisce all’ormai planetario fenomeno ufologico, infatti le formazioni di UFO o una loro possibile rivelazione sarebbe come da intendere come il più grande segno che il cielo potrebbe inviarci, assolutamente non sarebbe da escludere un segno come la comparsa di una grande cometa o un altro evento cosmico di spettacolarità immensa e di portata planetaria.
Gesù poi avvisa i presenti delle persecuzioni che i cristiani dovranno subire molto prima che questi eventi si compiano, persecuzioni puntualmente avvenute.

Passiamo ora agli ultimi versetti:

[14]Mettetevi bene in mente di non preparare prima la vostra difesa; [15]io vi darò lingua e sapienza, a cui tutti i vostri avversari non potranno resistere, né controbattere. [16]Sarete traditi perfino dai genitori, dai fratelli, dai parenti e dagli amici, e metteranno a morte alcuni di voi; [17]sarete odiati da tutti per causa del mio nome. [18]Ma nemmeno un capello del vostro capo perirà. [19]Con la vostra perseveranza salverete le vostre anime.

Dal versetto 14 al 19 Gesù conforta i presenti dicendo loro che non saranno mai abbandonati al loro destino, gli chiede di non tentare di creare una difesa in quanto al momento opportuno egli gli donerà lingua e sapienza per poter affrontare i loro accusatori, queste conoscenze verranno direttamente dallo Spirito Santo.
Avvisa anche delle atrocità e dei tradimenti che dovrà sostenere chi cercherà di divulgare la parola di Gesù, anche questo è da vedere sotto l’ottica delle persecuzioni cristiane avvenute poi per mano dei Romani ma che in numero minore avvengono anche oggi soprattutto in paesi arabi di religione islamica, Gesù conforta i presenti spiegando che le loro anime troveranno la salvezza in Dio.

Sembra difficile credere che i discepoli udite queste parole abbiano comunque deciso di seguire Gesù, ma visto tutto sotto un ottica differente che vede Gesù soffrire, morire e risorgere tutto inizia ad avere un senso, Gesù doveva sopportare tutto ciò per provare che le sue parole corrispondevano a verità, che i profeti e le antiche scritture sul messia erano in lui confermate, in questo modo Gesù dimostra a tutti i discepoli che la sua promessa di resurrezione della carne è pura verità.


Torniamo alle domande iniziali:
L’uomo potrebbe realmente prevedere tali catastrofi di origine naturale?
Prevedere forse si, non di certo tramite profezie di santoni o maghi da strapazzo, è lo stesso Gesù a metterci in guardia da tali affermazioni, ma grazie alla scienza.
Il problema non è il prevedere ma il fermare, può l’uomo fermare un terremoto di magnitudo 10 o superiore della scala Richter? Sicuramente no, come non potrebbe fermare uno tzunami o un altro cataclisma di tale portata.

Potrebbe sfuggire al “giorno del giudizio”?
No, potrebbe sfuggire alla fine del mondo, questo perché non è assolutamente detto che la fine della possibilità della vita su questo pianeta debba coincidere con la seconda venuta di Cristo, l’uomo potrebbe in futuro coloniare lo spazio e vivere su altri pianeti, questo non lo salverà di certo dal giorno del giudizio, rispetto all’immensa gloria di Dio l’universo intero è da considerarsi un posto piccolissimo.

I segni preannunciatori del fatuo evento sono già manifesti?
Di questo ne sono certo, la risposta per me è si, i motivi li ho spiegati al momento della discussione dei versetti del Vangelo di Luca, guerre, carestie, distruzioni, pestilenze, tutto ciò è all’ordine del giorno.

Spero di non avervi annoiato con questo articolo ma ho ritenuto opportuno scriverlo in questo delicato momento storico-sociale per ricordare che la fine dei tempi ed il giudizio universale ci saranno sicuramente, a mio modesto parere, ma è inutile arrendersi e non vivere nel timore di questi eventi, l’uomo non potrebbe mai prevedere la loro data, semplicemente perchè Dio non ci ha concesso una tale possibilità, il motivo? Con il nostro pessimo carattere ci ammazzeremmo tutti a vicenda presi dal panico.


Articolo di Contino Mario.

Articolo protetto da Copiryght. Vietata ogni forma di riproduzione non autorizzata.