Questo Blob non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. Le immagini inserite in questo Forum sono tratte in massima parte da Internet, così come alcuni articoli. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarcelo e saranno subito rimossi.

REGOLE PER OTTENERE LA RECENSIONE DEL TUO LIBRO SU QUESTO BLOG

sabato 11 agosto 2012

Intervista ad un Ghost Hunter


Il Ghost Hunting, perché cimentarsi in questa ricerca?
Perché sprecare risorse economiche e fisiche per dare la caccia a qualcosa di invisibile?

Queste sono le domande che recentemente ho letto in molti articoli scritti da presunti cervelloni e puntualmente commentati senza avere la minima idea della materia che si sta attaccando.
Creando una finta intervista, mi auto porrò determinate domande e risponderò alle stesse, in questo modo cercherò di chiarire un po’ le idee non a tutti, ma solo a chi ha intenzione di capirci qualcosa restando serio ed evitando sarcasmi più distruttivi che costruttivi.

Cosa è realmente il Ghost Hunting?

Il Ghost hunting è una ricerca che punta a trovare una prova tangibile ed infalsificabile dell’esistenza di esseri spiritici quali: Fantasmi, Spiriti, Angeli, Demoni ed affini.

Esistono questi esseri?

Esistono per la maggior parte della popolazione mondiale, ma per la stessa percentuale esiste anche Babbo Natale. Ciò che noi facciamo è proprio cercare di rispondere alla domanda da voi posta, cercando di usare al meglio gli strumenti che la scienza ci mette a disposizione.

Perché i fantasmi dovrebbero esistere e Babbo Natale no?

A differenza di Babbo Natale, personaggio utilizzato solo per addolcire i fanciulli e per il quale il segreto della sua inesistenza è svelato agli stessi dai loro genitori più o meno intorno i 10 anni, nessuno ha mai potuto screditare l’esistenza dei fantasmi.
Questo perché nessuno ha mai affermato di aver visto Babbo Natale svolazzare su una slitta, però tutti noi abbiamo o esperienze dirette con le apparizioni spiritiche o indirette, ossia testimonianze raccontateci da parenti, amici o amici di amici.
Se pochi individui affermassero l’esistenza di Babbo Natale non si creerebbero gruppi di ricerca, Il Ghost hunting invece si basa su centinaia di migliaia di affermazioni registrate sia in epoca moderna che nel passato. Queste affermazioni sono state fatte in ogni angolo del mondo, senza distinzioni di religioni, culture ecc.. se questo non è un dato di fatto da prendere in considerazione per far partire una ricerca non saprei quale lo sia.

Quali strumenti utilizzate per la vostra ricerca?

Gli strumenti sono molteplici alcuni di essi sono:
Telecamere e Fotocamere ad Infrarossi o Full Spectrum;
Rilevatori di campi elettromagnetici, veda il famoso K2;
Geofoni ed altri rilevatori di movimento;
Registratori di suoni a bassissime frequenze ecc..
Esiste una ragione specifica per l’uso di ogn’uno di questi strumenti, sarebbe troppo lunga da spiegare in un intervista, ho però scritto molti articoli che ne illustrano sia come utilizzarli al meglio sia perchè usarli nelle ricerche.

Quali sono le prove che si raccolgono e come si evitano gli errori ?

Dipende da cosa stiamo parlando, Se in una foto appare una figura evanescente simile ad una persona, spesso parliamo di sagome simili, si va ad ipotizzare ogni possibile spiegazione razionale: difetti della macchina, giochi di luci e ombre ecc.. quando ogni soluzione razionale cade per insussistenza di causa, ossia quando un riflesso non ha motivo di esistere in quanto mancano sia luci ambientali sia superfici riflettenti, e questo stesso riflesso assume una forma antropomorfa, in questo caso parliamo di “Anomalia”

Anomalia, non fantasma, perché?

Perché non possiamo parlare di qualcosa di cui non siamo certi… fate attenzione a questa mia affermazione, il Ghost hunting non può assolutamente affermare che un fantasma esiste finchè non lo fotografa, registra ecc. in modo chiaro ed inequivocabile, se resta anche lo 0,1 % di dubbio su ciò che è stato ripreso, si deve parlare di anomalia, anche se in cuor nostro sappiamo che di “spirito” si tratta.
Se in una foto invece appare una figura evanescente ben distinguibile e con fattezze umane chiare ed inequivocabili, se possiamo dimostrare scientificamente l’autenticità dello scatto attraverso il files primario in formato NIF  o RAW, in questo caso non dobbiamo aver paura di affermare di aver fotografato un fantasma, in quel caso non vi è motivo di sottrarre lo scatto ad eventuali contro analisi di terze parti, anzi, direi che sarebbero indispensabili.

Come interpretare i risultati dei rilevatori di campo elettromagnetico?

Possono esserci moltissime interferenze nei campi elettromagnetici, noi chiediamo all’entità di avvicinarsi al rilevatore e di provare a toccarlo, se usiamo un rilevatore K2, i led si illuminano in base alla potenza del campo elettromagnetico rilevato ed espresso in mmG. Si suppone che le entità spiritiche posseggano un proprio campo elettromagnetico rilevabile da questi strumenti, noi chiediamo all’entità di interagire con lo strumento solo in caso di risposta positiva a nostre determinate domande.
Fatte 10 domande standard e segnate le risposte positive, si aspetta qualche minuto e si ripetono in ordine diverso, se le risposte positive ricadono sulle medesime domande sarà molto improbabile la casualità e molto probabile l’interazione con un entità invisibile intelligente.
Tutto viene ripetuto diverse volte e tutto deve essere registrato.

In definitiva il Ghost  Hunting prende una posizione e decide di far luce su testimoianze e leggende riguardanti lo spiritismo, non mi sembra ci sia alcun motivo per dubitare di loro, questo anche perché le indagini sono assolutamente gratuite ed i team spendono fior di quattrini in attrezzature e viaggi solo per spirito di ricerca.
È però vero che alcuni team, fortunatamente pochi e subito smascherati, hanno utilizzato software grafici ed altri escamotage per fingere di aver trovato una prova chiara ed inequivocabile dell’esistenza di esseri spiritici, sono stati altri Ghost Hunter a smascherarli pubblicamente e metter fine alla falsa, questi individui rovinano ogni altro ricercatore serio al mondo ed andrebbero sempre denunciati.

Articolo di Contino Mario
Articolo protetto da Copyright, vietata ogni forma di riproduzione non autorizzata