La Mal'Ombra



A Bari e paesi limitrofi chi si interessa, come il sottoscritto, di leggende e misteri, non può non imbattersi nella figura della “Mal’Ombra”.
Mi è stato veramente difficile reperire informazioni utili a delineare in modo stabile questa figura, ogn’uno aveva il proprio modo di descriverla derivato dall’esperienza con la stessa, diretta o indiretta. Molti rappresentano quest’essere come un ombra, nel senso letterale del termine, che si introducerebbe in casa e sarebbe causa di paura, e problemi notturno quali apnee, insogna e senso di pesantezza, altri come la materializzazione di una signora anziana intenta a terrorizzare i malcapitati ecc.
Prendendo i tratti comuni ad ogni descrizione che sono riuscito a reperire, mi sono fatto un idea precisa di quello che potrebbe realmente nascondersi dietro questa leggendaria figura.
Mal’Ombra è l’unione dell’aggettivo “Malvagia” e della parola “Ombra”, quindi l’ombra malvagia. Già da questa semplice analisi letterale si evince che l’essere è senz’altro uno spirito, un ombra, e che è malvagia, quindi che tutti quelli che hanno avuto a che fare con questo spirito anno avuto esperienze piuttosto negative.
La Mal’Ombra sarebbe uno spirito in cerca di pace, non tutti sarebbero in grado di percepire la sua presenza e spesso la si può dedurre solo da eventi soprannaturali quali spostamenti di oggetti o rumori notturni . I pochi che sono stati in grado di vederla concordano su determinati aspetti, ad esempio concordano che questo spirito possa assumere sembianze animali ed apparire sinistro e minaccioso, quando decide di apparire in forma umana ha l’aspetto di una signora vestita in modo stravagante e dall’aspetto inquietante, spesso però apparirebbe come un fumo nerastro la cui forma ricorderebbe immediatamente quella di una signora, da qui il concetto di ombra.
Non è ben chiara l’origine di questo spirito o il motivo che lo spinge a terrorizzare il malcapitato di turno, certo è che spesso si ha paura di pronunciare il suo nome per timore di invocarlo nella propria casa.
Esisterebbero anche alcuni modi per contrastare la sua azione negativa, alcuni anziani raccontano che era loro abitudine lasciare una scopa fuori dall’uscio di casa, per qualche motivo lo spirito si fermava a contare le setole della scopa e perdendo la cognizione del tempo era costretto a desistere per l’arrivo dell’alba, questo comportamento è singolare e simile a quello che avrebbero alcuni folletti descritti in altre leggende. Un altro metodo era quello di lasciare un paio di forbici nelle vicinanze del comodino e all’occorrenza usarle per tagliare le dita alla Mal’Ombra, probabilmente sarebbe bastato il gesto visto che il più delle volte lo spirito rimaneva invisibile.
Cosa dirvi di più?
Il mondo è ricco di misteri, sta a noi venirne a capo… La vita sarebbe piuttosto monotona senza misteri da scoprire o codici da decifrare.

Articolo di Contino Mario
Copyright, vietata ogni riproduzione non autorizzata

Commenti