Questo Blob non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. Le immagini inserite in questo Forum sono tratte in massima parte da Internet, così come alcuni articoli. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarcelo e saranno subito rimossi.

REGOLE PER OTTENERE LA RECENSIONE DEL TUO LIBRO SU QUESTO BLOG

mercoledì 27 febbraio 2013

Presunti esseri spiritici ed assorbimenti energetici


Durante le indagini di ghost hunting capitano spesso eventi inspiegabili e registrati dal ricercatore come “anomalie”, l’anomalia più strana è senz’altro il comportamento delle batterie tano spesso eventi inspiegabili e registrati dal ricercatore come "di cui sono dotati gli strumenti: fotocamere, videocamere, registratori ecc.

Durante le indagini si notano strani comportamenti della strumentazione, le pile si esauriscono in pochi minuti, spesso in alcuni secondi, non mi riferisco a pile usate ma ad elementi nuovi, appena estratti dalla confezione. Fatto ancor più strano è che le stesse, alcune volte, risultano nuovamente cariche non appena ci si allontana dal luogo posto ad indagine.

Il tutto lascia pensare che alcune entità, per potersi manifestare ed eventualmente interagire abbiano la necessità di “nutrirsi” di energia ambientale. L’esoterismo ci insegna che alcuni esseri spiritici, soprattutto larve astrali, sopravvivono esclusivamente assorbendo l’energia del malcapitato preso di mira. Per energia si intende il livello di calore di cui tutta la materia è dotata, più un corpo è caldo più energia possiede. La scienza esoterica, perché di antica scienza si tratta, riteneva che queste forme spiritiche si nutrissero dell’energia degli uomini e per poter sfruttare al massimo il potenziale energetico umano erano in grado di procurare alla loro vittima sensazioni spiacevoli di ossessione, terrore e simili, un uomo sottoposto a stress emana involontariamente più energie, tanto è vero che il sintomo più comune dello stress è la stanchezza, ossia la mancanza di energia.  Queste osservazioni esoteriche risalgono a tempi molto antichi, a tempi in cui l’energia elettrica non esisteva e l’uomo utilizzava il fuoco per riscaldarsi, illuminare e compiere molte altre azioni comuni, In questo contesto sembra facilmente intuibile che eventuali esseri spiritici avevano l’energia umana, o animale, ed il fuoco, come uniche fonti energetiche da cui attingere nutrimento.

Perché anche il fuoco?

Semplice, il fuoco altro non è che la reazione di un processo fisico-chimico che porta la materia a rilasciare una grande quantità di energia, è noto che in molti riti esoterici il praticante invoca presunte entità grazie all’ausilio di fuoco, sia esso derivante dalla combustione di un grande falò sia esso proveniente da una semplice candela.

Oggi i Ghost Hunters non praticano nessun rito evocativo, ma entrano comunque in contatto con entità, o presunte tali, capaci di assorbire l’energia ambientale e, a volte, anche quella umana provocando spiacevoli sensazioni ai malcapitati e rare volte svenimenti. Il brivido freddo lungo la schiena, presente in quasi tutte le storie sui fantasmi, ha un origine reale da ricercare nell’assorbimento energetico che l’entità effettua nell’ambiente in cui agisce. Quando l’entità tenta di avere un qualsiasi contatto, con qualsiasi intenzione, con il ghost hunter di turno, cerca di fare il pieno di energia ed inizia ad assorbire, dapprima il calore ambientale, è questo porta ad un repentino abbassamento di temperatura, poi ad assorbire l’energia degli apparecchi elettrici più vicini, l’attrezzatura del ghost hunter stesso. Durante la fase di assorbimento il sensore dell’apparecchio segnala il calo energetico, questo poi viene confermato, se l’assorbimento continua fino a scaricare la batteria dello strumento o si arresta se l’assorbimento è stato solo momentaneo, in alcuni casi il sensore registra nuovamente una carica piena delle batterie, questo perché non è più presente il calo di tensione elettrica dovuto all’assorbimento messo in atto dall’entità.

Spero di aver chiarito un po’ le idee in materia di interazione tra presunte entità ed apparecchi elettrici, soprattutto torce, queste sembrano essere le più sensibili in quanto la luce emessa si affievolisce ogni qual volta la presunta entità assorbe l’energia delle sue pile.
Buona riflessione ragazzi.

Articolo di Contino Mario
Copyright, vietata ogni forma di riproduzione non autorizzata

Nessun commento:

Posta un commento

Lasia un commento