Chiesa, Ghost Hunting ed apparizioni spiritiche - Chiediamo consigli a Don Federico

Molti sanno che esiste una ricerca nel mondo che punta a trovare una prova tangibile ed inconfutabile dell'esistenza di esseri spiritici spesso chiamati, in modo improprio, “Fantasmi". Chiamerò questo tipo di ricerca con il nome "Ghost Hunting", ma solo per convenzione, in quanto sono convinto che le tecniche utilizzate, così come concepite, non possano portare a nulla di più che ad una registrazione casuale dell'anomalia, che resterebbe comunque indefinita.

Mi sono spesso ritrovato ad affrontare persone che non hanno perso un istante a definirmi Satanista, Ateo, Bestemmiatore, Eretico e chi più ne ha più ne metta.
A dire il vero sono un Cristiano, poiché ritengo che Cristo abbia lasciato un messaggio importante in grado di portare ad una concreta evoluzione spirituale. Sarei un bugiardo se dicessi di approvare in tutto la Chiesa quale istituzione e Stato Vaticano, infatti ritengo che Dio sia una cosa, la religione un'altra, ma questo è un argomento da trattare in opportuna sede.

Per meglio comprendere quale fosse il pensiero della Chiesa Cattolica in merito al tipo di ricerca da me svolto, ho ricercato su riviste specializzate ed articoli presenti su numerosi portali web, senza però riuscire a trarre conclusioni accettabili. Conscio che tutto è relativo in questa vita, perfino lo stesso concetto di vita ed esistenza, il che ci dovrebbe far riflettere sulla nostra "verità" che essenzialmente, essendo relativa anche essa, non è che una menzogna mascherata, ho deciso di porre alcune domande all’amico Don Federico, Parroco in una Chiesa sita a Roma, creando con lui un dibattito partendo dai principi che legano me a tali ricerche.

(Domanda) Salve Don Federico, sono Contino Mario, fondatore dell'Associazione Italiana Ricercatori del Mistero. Il mio obbiettivo di ricercatore è ovviamente quello di trovare una prova concreta ed inconfutabile che possa dimostrare l’esistenza dello spirito sopravvissuto alla morte materiale, o di altre forme spiritiche. Lo faccio perché nella nostra attuale epoca tutti sembrano credere solo a ciò che vedono i loro occhi, il tutto si riduce ad una poverissima ricchezza materiale, secondo lei questo tipo di approccio alla ricerca è errato?

(Risposta): Bhè, no! Cercare di andare oltre la semplice sfera del materiale e del sensibile è un obiettivo doveroso, specie nella nostra epoca! Anzi sono convinto che una delle motivazioni che stanno facendo sì che tutto il mondo cosi detto occidentale sia in profonda crisi anche umana anche perché l’uomo spesso rinuncia a cercare di andare oltre il proprio naso, accontentandosi di qualcosa di effimero ma che appaga solo in piccolissima parte la sete di andare oltre insita nell’animo umano che, essendo stato fatto da Dio, naturalmente sente un desiderio naturale di attingere alle fonti del trascendente! Un sentimento provato da tanti santi che dopo una vita più superficiale(tipo san Francesco, sant’Agostino, sant’Ignazio di Loyola..) hanno trovato nella fede la risposta alle loro domande.

(Domanda) Per ciò che mi riguarda, sono giunto alla conclusione che i famosi fantasmi non sono sempre riconducibili ad anime umane rimaste, per motivi a noi tutti ignoti, bloccate in questa nostra dimensione materiale. Molte apparizioni sono da attribuirsi ad esseri differenti, chiamati in modi diversi da diverse culture e religioni, Demoni se vogliamo, Folletti, Djinn ecc. Secondo lei cosa sono i Fantasmi?

(Risposta): Sicuramente è vero, la storia ce lo insegna, che delle anime, siano esse anime sante, anime del purgatorio o perfino anime dannate, per permissione di Dio hanno avuto possibilità di manifestarsi o di agire nel nostro mondo! Per questo non parlo mai di “fantasmi”, termine troppo stereotipato, che rimanda troppo spesso a leggende popolari inesatte, ma appunto di “anime”! Se poi queste siano percepibili anche attraverso strumenti o apparecchiature che usate anche voi ,non mi pronuncio visto che è una questione più da tecnici, ma son convinto che quando la loro presenza è verificabile ciò non avviene mai al di là della loro volontà e soprattutto della Volontà divina!

(Domanda) Spesso non riusciamo ad individuare con assoluta certezza un eventuale presenza in un determinato posto, altre volte registriamo voci che sembrerebbero chiedere aiuto, ombre o figure umanoidi che sembrerebbero osservarci da lontano, in questi casi vorrei poter usufruire del consiglio di un Prete o di un esorcista, secondo lei ciò sarebbe fattibile? Purtroppo credo che molti non sarebbero disposti a collaborare in tal senso lei è d’accordo con questa mia impressione? Secondo lei si instaurerà mai un dialogo ed una collaborazione tra ricercatori come me (anche se ricercatore è un termine inesatto) e la Chiesa?

(Risposta) ahahah dipenderà dallo scopo con cui si agisce e dalle motivazioni che vi portano ad andare avanti, i consigli di un prete o di un esorcista possono essere utili perché molto spesso il demonio si diverte a creare scompiglio spacciandosi anche per anime sante o addirittura angeli, quindi se si dovesse incappare in un luogo infestato credo proprio che un aiuto spirituale ,anche solo un consiglio, possa esservi molto utile.

(Domanda) Personalmente indosso un Tau benedetto, o un Rosario Francescano Benedetto, Ovviamente per la dottrina cristiana, non è l’oggetto che difende dal male ma la fede in Cristo, per me l’indossare questi oggetti sacri è come indossare un distintivo, un modo per lanciare un messaggio per me chiaro e preciso: Io sono un Cristiano, io ho fede in nostro signore Gesù Cristo. Secondo lei quanto questo può proteggere il ricercatore dalle insidie del maligno? Servirebbe portar con se un pochino di acqua benedetta?

(Risposta) Tutto è utile, ma quel che conta non è solo la fede, questo è un errore dei protestanti, ma la maggior protezione è quella di essere in Grazia di Dio, confessarsi ogni volta che se ne ha bisogno, ascoltare la santa Messa sempre , pregare per conto proprio, se possibile fare anche la comunione(ovviamente ,appunto, dopo essersi confessati bene)questa è la base perché oggetti benedetti, scapolari o medaglie possano produrre quegli effetti di protezione di cui si ha bisogno! Ci sono invece cose che rendono la persona vulnerabilissima a questi attacchi, specie frequentare anche solo per gioco maghi e cartomanti, farsi leggere la mano, portare amuleti, fare sedute spiritiche; tutte queste sono tra le cose che maggiormente ci espongono ai danni causati dal demonio.

(Domanda) Pregare è per me un modo per chiedere la grazia e la protezione di Dio, solitamente recito il Padre Nostro in Latino e sento da subito un grande senso di pace e protezione, secondo lei sarebbe utile che i membri del team, se ne avessero realmente voglia, recitassero preghiere precise come le invocazioni a San Michele Arcangelo o l'auto esorcismo di Papa Leone XIII?

(Risposta) Il pater e l'ave in latino sono molto potenti, l’esorcismo di Leone XIII pur potendolo fare anche i laici vanno fatte quando si è profondamente in unione col Signore e in grazia di Dio, il rosario in latino è preghiera potentissima ed esorcizzante

Grazie mille Don Federico, spero che questo articolo realizzato grazie alla sua gentile collaborazione possa esser d’aiuto nel chiarire i dubbi di molti.

(Risposta): In un clima di confusione come quello odierno cercare di fare un po’ di chiarezza è sempre necessario, forse non vedrete mai un prete accompagnarvi nelle vostre cacce, ma sicuramente ascoltatene i consigli e almeno non avrete brutte sorprese!

Articolo di Contino Mario
Copyright, vietata ogni riproduzione non autorizzata
Ringrazio Don Federico per la gentile collaborazione

Commenti