Ipotesi sull'evoluzione umana nel futuro

Oggi ho deciso di giocare un po' con la fantasia, ho concentrato la mia attenzione su quello che potrebbe essere il futuro dell'uomo e di questo pianeta, anzi i futuri, utilizziamo il plurale in quanto le nostre scelte determinano l'ingresso in uno dei tanti futuri possibili

Partiamo dal presupposto che io credo fermamente nell'ipotesi che l'uomo sia un progetto, non nato dalla casualità, alla quale non credo, ma voluto da qualcuno o qualcosa che attualmente esula dalla mia comprensione, non definibile in quanto entrano in gioco troppe variabili.

Quanto segue è frutto di ipotesi personali che vanno prese per ciò che sono, teorie fantasiose, non pretendo di possedere verità alcuna ne di essere preso sul serio esponendo teorie non dimostrabili se non, forse, per logico ragionamento.

Ci ha creati Dio?

Secondo molti si, anche se questo Dio assume nomi e caratteristiche differenti a tal punto che occorre chiedersi se il Dio creatore dell'uomo ha a sua volta un Dio,
Non intendo affrontare ora un ragionamento del genere ma ipotizziamo che un insieme di “esseri” seduti a tavolino abbiano progettato la vita sul nostro pianeta, una multi servizi intergalattica chiamata Dio.
Il motivo è a noi ignoto ed anche questo, per adesso, esula dal ragionamento.

Siamo stati creati, ergo con uno scopo, forse per essere i giardinieri di quello che un tempo era un magnifico giardino spaziale.
Nel corso dei secoli, e vi sono moltissime teorie e studi che sostengono ciò, esseri definiti “Alieni” si sarebbero intromessi per pilotare la nostra evoluzione.
Esseri molto più evoluti di noi, forse incaricati da qualcuno o forse spinti da altri scopi, sta di fatto che anche questa realtà non è da escludere a priori e su di essa ci divertiremo a fantasticare.

In base ai racconti degli Abdotti, persone che sarebbero state rapite dagli alieni, esisterebbero diverse specie con caratteristiche ed obiettivi differenti, alcune sarebbero intente a proteggerci altre vorrebbero dominarci o distruggerci.
Senza dilungarci su tali teorie ipotizziamo che l'uomo si stia evolvendo per acquisire man mano una consapevolezza maggiore senza la quale l'evoluzione stessa sarebbe bloccata, che alcuni alieni sarebbero propensi ad aiutare l'uomo in tal senso ed altri no.

L'uomo si sarebbe evoluto per vivere su questo pianeta, aiutato da altri esseri al fine di raggiungere il livello successivo ed evolversi per abitare lo spazio e nuovi mondi?

Probabile.
Per far questo però avrebbe dovuto prima raggiungere determinate consapevolezze in campo tecnico scientifico, e qui il discorso dell'aiuto esterno ci starebbe a pennello, poi modificare il suo pensiero al fine di rivolgere gli sforzi intellettuali nella ricerca di tecnologie, mezzi e metodi atti al salto di qualità, ossia alla vita spaziale, avrebbe anche dovuto modificare il suo caratteraccio al fine di non diventare un problema per eventuali popoli pacifici presenti su altri pianeti.
Forse tale possibilità è già scritta nel suo DNA ma non si attiva in quanto l'uomo stesso non ne sente la necessità, non al punto di evolversi in tal senso, o forse perché tale evoluzione implica un distacco materiale ed un innalzamento spirituale, in modo da riuscire a sintonizzarsi su frequenze più elevate capaci di stimolare l'attivazione di funzioni ora assopite
Nella seconda delle ipotesi il tutto si complicherebbe in quanto attualmente l'uomo dipende quasi totalmente dalla materia, alcuni hanno totalmente abbandonato l'idea di spirito ed anima e di conseguenza l'anima ha abbandonato loro in quanto tale frequenza non raggiunge più i loro recettori, o li raggiunge in modo schermato, anche questa una bella ipotesi che spiegherebbe le doti ritenute “paranormali” presenti in alcuni e non in altri, o forse dovremmo dire che alcuni saprebbero sfruttare ed altri no.

Molte religioni, insegnate, indicano all'uomo un cammino di pace, forse tali atteggiamenti sbloccherebbero le funzioni necessarie all'evoluzione?
Potrebbe essere un ipotesi.

Guardiamo al futuro, se tali teorie dovessero avere un fondo di verità, potremmo ipotizzare che il passo successivo per l'umanità sia quello di entrare finalmente in contatto, diretto e su larga scala, con popolazioni aliene, questo trasformerebbe la psiche umana e forse si guarderebbero nuovamente le stelle con maggiore interesse, riaccendendo una curiosità tale da poter innescare una nuova evoluzione fisica ed intellettuale.
Il corpo dovrebbe evolversi in modo tale da poter affrontare viaggi spaziali, la mente dovrebbe concepire nuove realtà, allargare i suoi orizzonti, sintonizzarsi su frequenze superiori, tutto potrebbe rimettersi in discussione ed è questo il punto.
L'uomo è troppo convinto di possedere ogni verità, ottuso, prepotente, arrogante al punto di credere che la sua scienza sia universalmente valida, occorre un cambio di rotta e mettere in discussione ogni legge e conoscenza acquisita, a mio avviso senza tali passi l'uomo sarà condannato a vivere giusto il tempo concesso al sasso spaziale sul quale si è evoluto, un vero peccato, chissà quante meraviglie si celano nell'universo, forse anche posti terrificanti ma è realtà, ciò che accade su questo pianeta da intendere su scala esageratamente più grande, basterebbe anche solo concepire tale realtà come probabile

Articolo di Mario Contino
Copyright, vietata ogni riproduzione non autorizzata

Commenti