Orbs tra ricerca e scetticismo

ORBS, ormai tutti noi sappiamo perfettamente a cosa ci si riferisce quando qualcuno pronuncia tale vocabolo, in linea di massima la nostra mente ci riporta all'immagine di strane sfere semitrasparenti che sembrerebbero fluttuare sulle nostre teste, impresse in foto o riprese in video.
A mio avviso questo fenomeno è molto più complicato di quanto studiosi o semplici curiosi vogliano ammettere, ciò è motivo di mille teorie più o meno accettate da tutti ma probabilmente causa di blocco della stessa ricerca in merito al fatto in essere.
In poche parole ad oggi nessuno potrebbe ammettere di aver capito, senza ombra di dubbio, cosa sia un ORBS, termine che per altro è utilizzato in maniera generica e spesso inappropriata per descrivere fenomeni probabilmente simili solo nell'apparenza.

Secondo la teoria più accreditata, gli Orbs non sarebbero che effetti ottici attribuibili ad oggetti (polvere o particelle acque in sospensione) fuori fuoco che, a causa della diffrazione, vendono ripresi dalle fotocamere come sfere spesso luminose.
Tale fenomeno sarebbe evidente maggiormente su foto ottenute con macchine digitali compatte, per via della loro particolare struttura che vede il flash più vicino all'ottica, e meno con reflex.
In particolar modo, secondo tale teoria, la luce emessa dal flash rifletterebbe sulla particella e ne restituirebbe un immagine sferica, evanescente ed ingrandita secondo precisi rapporti.
Ergo, sempre in relazione a quanto sopra esposto, queste sfere nulla avrebbero a che fare con le più svariate ipotesi sul “paranormale”.

A mio avviso quanto su esposto è vero in parte, riporterò di seguito alcuni punti importanti da tener ben presenti cercando di capire meglio il fenomeno in questione:

  1. Gli Orbs appaiono maggiormente con fotocamere digitali;
  2. Sono riconducibili a polvere o umidità;
  3. Il loro colore varia;
  4. Non sempre il loro movimento è casuale;
  5. Non è corretto definire Orbs qualsiasi sfera luminosa ripresa.

Sui i primi due punti c'è veramente poco da dibattere, ingiusto sarebbe ritenere tali conclusioni quali la prova per decretare l'insussistenza di un fenomeno paranormale in un dato luogo.
Quanto appena detto in relazione al fatto che, un eventuale fenomeno anomalo, potrebbe necessitare di polvere (intesa come componenti minerali essenziali e polverizzati) ed umidità, il tutto utile ad una qualche probabile forma di manifestazione.
Ergo non sarebbe l'orb in essere il fenomeno paranormale ma potrebbe essere valutato quale componente essenziale in grado di “avvisarci” su un probabile immediato evento in quel dato luogo.
Il loro colore varia, ovviamente in base a diversi fattori tra i quali la natura stessa degli orbs (inteso quale componente chimico).
In relazione a ciò, dovremmo cercare di capire quali componenti siano presenti, e visibili sotto questa forma, nei luoghi in cui in seguito si ottengono anomalie rilevanti dalle registrazioni strumentali, cosa non semplice ma fattibile.

In quasi tutti i dibattiti ai quali ho assistito è emersa la “falsa” convinzione che tutti gli orbs seguano movimenti dovuti a spostamenti d'aria, siano essi dovuti a fonti di calore, a movimento dei ricercatori o ad altre cause naturali diversamente individuabili.
Bene mi spiace smentire tali certezze ma in alcuni video, perché è impossibile determinare ciò da foto, si possono notare sfere luminose muoversi secondo precisi schemi logici, assecondare quasi le richieste del ricercatore o spostarsi nei punti in cui, in seguito, saranno rilevate diverse anomalie.
Anche qui occorre fare attenzione, non possiamo certo dichiarare di avere la certezze che queste sfere luminose siano dotate di una forma di intelligenza, potremmo però ipotizzare che seguano qualcosa che di tale caratteristica possa essere ben dotata, una forma spiritica ancora non manifesta (non in forma visibile)

L'ultimo punto è essenziale, non tutte le sfere luminose riprese hanno caratteristiche riconducibili ai famosi orbs, ergo è inutile fare di tutta l'erba un fascio in quanto se queste sfere fossero dotate di una propria luminescenza occorrerebbe certamente far riferimento a fenomeni differenti.


Spero di poter leggere sempre meno dichiarazioni scontate in merito a tale fenomeno.

Articolo di Mario Contino
Copyright, vietata ogni riproduzione non autorizzata

Commenti