Perchè non si ottengono EVP registrando all'interno di una camera Anecoica?

Mi è stato chiesto da alcuni amici: Perchè non si ottengono EVP registrando all'interno di una camera Anecoica?
La domanda, lo devo ammettere, è molto interessante e di seguito cercheremo di spiegare meglio il fenomeno delle voci elettroniche in relazione a tale circostanza, se pur brevemente.
Vediamo come definire al meglio la "Camera Anecoica".
Per farla molto breve, in questi ambienti è possibile rimanere isolati da campi elettromagnetici o frequenze acustiche.
La seconda domanda postami, collegata alla prima, è: Si potrebbe proporre un'esperimento in cui si invita la presunta entità a parlare in una camera, appunto, anecoica. Chissà cosa succederebbe!

Ipotizziamo alcuni possibili scenari:
  1. Caso I° - Non succede nulla, il registratore non sarà in grado di ottenere registrazioni
  2. Caso II° - Si ottengono registrazioni, risposte logiche e coerenti ad altrettanto logiche domande poste dal ricercatore.
Nel primo caso occorrerebbe capire il perchè dell'assenza di risposte, questo è scontato se ipotizziamo che ben il 90% degli EVP registrati con indagini comuni (di ghost hunting per intenderci) sono riconducibili a pareidolia acustica ottenuta dall'interferenza di onde radio di varia origine ma quasi sempre umana, o rumori di fondo che si amplificano fino a risultare interpretabili come risposte brevi: SI – NO – IO ecc..
In assenza di interferenze si otterrebbe un'assenza di EVP.
Quanto su detto deve chiarire altri miei interventi nei quali suggerivo di utilizzare il condizionale in merito a dichiarazioni sugli EVP ottenuti e l'uso del termine ANOMALIA che non deve però far intendere un ANOMALIA PARANORMALE.

Un altro motivo dell'assenza di registrazione ottenuta potrebbe far riferimento a teorie per adesso parascientifiche ma che ritengo valide ai fini della ricerca:
Se le entità sfruttassero onde acustiche o elettromagnetiche ambientali al fine di manifestare la loro presenza, è logico pensare che in assenza di queste ultime la manifestazione sarebbe impossibile.

Nel Caso 2 invece, occorrerebbe ipotizzare che la camera non sia in grado di schermare, come è logico supporre, l'intero spettro elettromagnetico in cui siamo immersi e di cui noi stessi siamo parte, oppure che le entità manifestatesi sfruttino principi fisici ancora sconosciuti, e sarebbe fantastico pensare a tale possibilità perchè riaprirebbe molti interrogativi e creerebbe le condizioni necessarie per una nuova crescita scientifica.

Detto ciò, non è semplice controllare un luogo come un castello, è però possibile ricreare in piccolo un contenitore che simuli la camera anecoica ed aiuti la ricerca con dati più attendibili, se nel caso.

articolo di Mario Contino
Copyright, vietata ogni riproduzione

Commenti

  1. L'autentica Camera Aneicoica impedisce solo il rimbalzo delle onde sonore e basta. In realtà una camera schermata dalle onde EM LF e HF è fattibilissima, anzi: si può schermare anche un ambiente "non laboratoriale".
    La schermatura, invece, dall'intero spettro invece, a quanto so, è molto difficile.

    RispondiElimina
  2. esatto, perchè se rifletti, se noi siamo spettro elettromagnetico, e lo siamo essendo materia, se schermassi del tutto lo spettro otterrei il nulla..... è come il 0°K, ipotizzabile ma non raggiungibile.

    RispondiElimina

Posta un commento

Lasia un commento