Questo Blob non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. Le immagini inserite in questo Forum sono tratte in massima parte da Internet, così come alcuni articoli. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarcelo e saranno subito rimossi.

REGOLE PER OTTENERE LA RECENSIONE DEL TUO LIBRO SU QUESTO BLOG

mercoledì 7 dicembre 2016

Cosa è un fantasma?

Cosa è un fantasma?
Molti non si pongono neppure il problema e chi se lo pone si accontenta, troppo spesso, di risposte banali e limitate, rispecchianti l'immensa confusione che circonda questi fenomeni.

Non voglio assolutamente affermare di aver compreso la fenomenologia che si cela dietro l'avvistamento del presunto fantasma, non sarebbe vero ne corretto.
Voglio però esprimere un mio pensiero, basandomi sull'osservazione di alcun figure folkloristiche e sulla filologia del termine.

Fantasma:
Il termine fantasma, dal greco antico φάντασμα phàntasma, a sua volta da φαντάζω (phantàzo, "mostrare"; dalla radice φαν-, che esprime l'idea dell'apparire e del "mostrare"), aveva il significato di apparizione (intesa come manifestazione soprannaturale).

Attualmente, i dizionari di lingua italiana utilizzano la seguente definizione:
1) Ombra, figura visibile di persona defunta che appare in allucinazioni ai sopravvissuti - SIN spettro.
2) Immagine irreale creata dalla mente.

Sinceramente sono portato a valutare come più probabile la seconda definizione, principalmente perché derivante dal termine greco sopra esposto con significato di (mostrare-Apparire).
Da ciò l'idea che il termine fantasma sia oggi utilizzato in maniera troppo generica, ad esempio l'apparizione del “caro defunto”, potrebbe essere intesa come fantasma ma anche come altro, in relazione allo specifico caso.

Potrebbe la mente umana creare l'ologramma del caro defunto?
Credo di si.
Potrebbe un essere X manifestarsi con l'aspetto del caro defunto?
Credo sia possibile.
Potrebbe il caro defunto sussistere nella dimensione X ed apparire nella nostra per X motivi?
Si, possibile anche questa ipotesi, anche se ritengo sia la meno probabile delle 3.

Dei 3 punti sopra citati, solo il primo caso è, a mio avviso, riconducibile al termine FANTASMA in senso stretto, ergo un essere creato dalla nostra mente, al quale il creatore o i creatori donano un primo “carattere” psicosomatico.
Anche riferendoci solo ed esclusivamente a questo specifico caso, occorre valutare la vasta mole di esseri che, creatisi nel corso dei secoli, hanno potuto sviluppare capacità tali da potersi rendere autonomi.
L'esempio migliore al quale mi viene naturale far riferimento è il Tulpa tibetano.

Tecnicamente il Tulpa è un’eggregora avente origine in un profondo atto di meditazione, ovviamente intesa così come vuole il mondo buddhista. Una eggregora è un’entità incorporea, creata attraverso speciali metodi di meditazione, se in modo volontario, oppure creatasi dal pensiero collettivo in maniera più o meno involontaria.
Il termine Tulpa può essere tradotto anche come  cosa evocata o fantasma.
Esso è definito nei testi buddhisti indiani come qualsiasi apparizione di origine illusoria-mentale. Si tratta dunque di un pensiero (immateriale) materializzato, ossia che ha preso forma fisica, in poche parole una cosiddetta “forma-pensiero”.
Il Samaññaphala Sutta elenca la possibilità di creare un “corpo fatto di mente” (Manomayakaya), in grado di viaggiare in regni celesti utilizzando il continuum del flusso mentale (bodhi).
Il filosofo buddhista Vasubandhu definisce come siddhi o nimrita i poteri psichici sviluppati attraverso la disciplina buddhista di concentrazione e di saggezza (samadhi).

Quindi un uomo creatore, che crea qualcosa che spesso neanche lui riesce a comprendere per via dei suoi sensi limitati, che a volte si slega dal creatore e prende vita propria.
Questo, secondo il mio modesto parere, potrebbe essere il fantasma, o una delle sue forme.

Mario Contino
Copyright, vietata ogni riproduzione non autorizzata.

Nessun commento:

Posta un commento

Lasia un commento